Tecnico Specializzato in Guida Sicura, una risorsa per tutta l’Associazione: scopri i benefici attraverso questa intervista al primo Tecnico qualificato

Crescere e migliorare è un obiettivo grande che si può declinare in tante forme, ma se è relativo alla sicurezza di equipaggio e paziente trasportato diventa ancora più importante. Qui l’esperienza di Fabio Rizzo, appena qualificatosi Tecnico Specializzato in Guida Sicura.

Fabio Rizzo è Responsabile Formazione Autisti per la Croce Rossa Italiana Comitato di Alessandria, e si è scritto al percorso di qualifica per diventare Tecnico Specializzato in Guida Sicura a marzo 2022.

Questo percorso di formazione, a cui Formula Guida Sicura ha iniziato a lavorare cogliendo l’esigenza di tante Associazioni di Volontariato che incominciavano a manifestare la volontà di avere al proprio interno una figura qualificata in grado di garantire con continuità un elevato livello di sicurezza per tutti gli Autisti, e di conseguenza per l’intera Associazione, si sviluppa a 360 gradi con una formazione teorica, metodologica e pratica, offrendo una preparazione mirata e specifica che va dalle competenze relazionali e di gestione del gruppo, elementi di comunicazione all’interno di un team, nozioni tecniche su Fondi Interprofessionali e agevolazioni fiscali per poter attivare in Associazione percorsi di formazione a beneficio della collettività, formazione alla guida specifica nel settore dell’emergenza sanitaria e i corsi pratici di guida sicura per conseguire l’attestato di Autista Qualificato Ambulanze e Automedica, oltre alla parte dedicata a come si organizza, gestisce, allestisce e coordina un corso di formazione alla guida professionale per gli Autisti.

Scopri tutto sul percorso di qualifica per Tecnico Specializzato in Guida Sicura!

Il percorso di formazione di Fabio Rizzo, che ringraziamo per la serietà con cui ha intrapreso il corso e per l’intervista rilasciata, si è svolto nei mesi di marzo, aprile e maggio 2022 per terminare con gli esami finali e la qualifica domenica 15 maggio 2022 a STRASICURAPark (Castiglion Fiorentino, AR). Spazio alle domande!

Come è stato il tuo arrivo in Associazione dopo il conseguimento della qualifica?

Ho notato che i mei colleghi, anche se mi conoscono e sanno che ero già sensibile alla sicurezza, erano molto felici che io avessi frequentato questo corso e conseguito la qualifica di Tecnico Specializzato in Guida Sicura, perché è un problema quotidiano per noi quello di non essere preparati alla guida. E le cause di questa problematica sono che spesso non vi è una formazione “normata”, ma l’onere di preparare gli autisti è affidato a quelli più anziani, che trasferiscono la loro esperienza ai più giovani. Ora invece ci sono le basi per una preparazione “ufficiale”.

Ciò che hai imparato durante il percorso di qualifica per Tecnico Specializzato in Guida Sicura è stato proficuo?

Più che proficuo, anche perché, per il discorso che facevo prima dell’istruzione alla guida affidata ai più anziani che formano i più giovani, alcuni argomenti per forza di cose non vengono mai affrontati, sono a discrezione della persona che trasferisce le informazioni. Ad esempio quando la preparazione invece che essere formalizzata da un percorso “istituzionale” viene tramandata dalla vecchia generazione a quella nuova può essere che venga spiegato come posizionare l’ambulanza sullo scenario oppure no. Ma argomenti del genere dovrebbero fare parte di default della formazione dell’autista.

Tu ti occupavi già di formazione, che ruolo rivestivi, e quali differenze noti con il nuovo ruolo?

Premesso che devo ancora incominciare, perché ho conseguito questa qualifica il 15 maggio appena trascorso, la considero un tassello mancante nella mia formazione, che ora finalmente ho aggiunto. Io, essendo Responsabile della Sicurezza dei Lavoratori e Antincendio, e occupandomi di formazione autisti, ero già dentro la sicurezza, ma mi mancava la parte di guida. E in Associazione questa parte è fondamentale. Ad esempio abbiamo riscontrato negli anni alcune difficoltà, dovendo rivolgerci all’esterno per porre quesiti specifici sulla pratica di guida, domande che però avevano dei tempi di risposta lunghissimi nel migliore dei casi, nel peggiore proprio non ottenevano risposta.

Ti immaginavi così il corso? Quanto è servito a potenziare le tue conoscenze?

In realtà non avevo proprio idea di come potesse essere. Mi ha sorpreso, ho appreso tante cose nuove, inoltre prima di iniziarlo pensavo fosse un percorso formativo più sull’aspetto normativo-teorico, invece c’è molta pratica. Già il fatto che il futuro Tecnico svolge in prima persona il corso Formazione EMO Ambulanze e il corso Automediche è un’enorme vantaggio. Io personalmente avevo già fatto un corso di guida sicura Automobili con un’altra struttura, per il mio precedente lavoro, ma non avevo mai fatto corsi di guida sicura specifici per il settore sanitario, a bordo di mezzi di soccorso. Attraverso la parte pratica del percorso di qualifica per Tecnico Specializzato si ha modo di provare dal vivo, vedere sul luogo molte cose, come si indossa la cintura, come si posizionano le mani sul volante o come si posiziona correttamente l’ambulanza nell’intervento.

 

 

Qual è la cosa che ti piace di più della figura di Tecnico?

Essere in grado di dare risposte certe. Ritorno su questo concetto perché l’incertezza sui comportamenti alla guida può essere molto pericolosa, e in Associazione abbiamo sofferto la mancanza di risposte “certe”. E poi il fatto che il Tecnico, grazie alla formazione acquisita, è in grado di sfatare alcune false credenze, spiegando il perché delle cose. Quando si opera nel soccorso essere in grado di mostrare e dimostrare (se faccio così succede questo, se faccio così invece succede quest’altro) ha un grande valore formativo per gli autisti. La possibilità di avere delle nozioni certe viene dalla preparazione non improvvisata.

Come ti sei trovato con il team di Formula Guida Sicura? Ti è piaciuta la struttura dove hai svolto la parte pratica?

Mi sono trovato molto bene, sono sempre stato ascoltato. L’area operativa di STRASICURAPark è bella e attrezzata. Anche quando ho fatto domande e chiesto di vedere delle cose specifiche sono stato seguito e affiancato, esperienza positiva.

In virtù del ruolo che ricopri, cosa ritieni che sia importante, per una Associazione, nella figura di Tecnico Specializzato?

Anzitutto i benefici, a partire dall’aspetto economico, di cui non bisogna avere paura di parlare. Ad esempio benefici in merito alla riduzione del premio assicurativo, delle conoscenze per l’attivazione dei Fondi per la formazione, risparmio per la manutenzione e anche spese legali, che talvolta purtroppo possono verificarsi. E poi ovviamente l’aumento di sicurezza per tutto l’equipaggio e di riflesso per tutta l’Associazione.

Come hai vissuto, personalmente, questa esperienza?

Con entusiasmo. Anche se, dico come ho vissuto io il progetto quando ce lo hanno presentato, secondo me inizialmente in pochi ci hanno creduto, se invece più Associazioni fossero andate a fondo sarebbero state pienamente soddisfatte. Solo che, essendo il progetto innovativo, penso che molti non ne abbiano ancora colto appieno l’utilità e la portata, ma sono fiducioso. Per noi della Croce Rossa Italiana Comitato di Alessandria è un vanto, mi sono informato io personalmente andando a fondo e trovando questo progetto. Per motivi logistici, per noi non sarebbe stato possibile spostarci ripetutamente per fare formazione, invece questo percorso permette sia al Tecnico di formarsi a distanza, sia poi all’Associazione di gestirsi in autonomia i corsi in sede. Non vedo l’ora di cominciare, anche per vedere la reazione dei colleghi, prima come Responsabile Sicurezza ero visto anche un po’ come “rompiscatole”, invece ora magari ci sarà più spontaneità perché i colleghi sanno che questa nuova figura è utile a tutti, qualificata a beneficio di tutti. Non vedo l’ora di cominciare e mettere in pratica gli importanti accorgimenti di Formula Guida Sicura anche a livello di comunicazione.

Grazie ancora a Fabio Rizzo, per la sua intraprendenza e dedizione, a cui rinnoviamo i complimenti per la qualifica conseguita e per lo spirito con cui si appresta a iniziare a operare dando il massimo nella formazione degli Autisti della Croce Rossa di Alessandria.

Un testimonial d’eccezione del progetto a cui assicuriamo tutta la nostra collaborazione e sostegno operativo. E tu sei curioso di conoscere tutte le possibilità che il Tecnico Specializzato in Guida Sicura può sviluppare all’interno della sua Associazione? Ti occupi già di formazione?

Scrivici nei COMMENTI o contattaci al numero verde 800 974 112. Continua a seguirci per tutte le novità!

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *